artista

Biografia

Guido Palmero 

“Il sole è un lampo giallo al parabrise” canta Paolo Conte in Genova per noi. E proprio i parabrise – parabrezza di automobili e di Vespa (“Tele di Cristallo”da Quattroruote, del 26.01.2017, pag.37), soprattutto,  diventano  lo spazio pittorico su cui prende vita l’arte di Guido Palmero che vive e lavora a Saluzzo(CN). Da sempre  interessato all’arte in tutte le sue declinazioni : arti figurative, design, architettura d’interni e restauro pittorico (nel 1990 frequenta un corso di perfezionamento ad Urbino-PU), ma decide di specializzarsi nelle pratiche pittoriche.  Le sue opere sono originalissimi ritratti retrodipinti con colori acrilici su parabrezza, lunotti posteriori o finestrini laterali di auto: una tecnica personale che Guido Palmero da anni ha ideato, sviluppato e progressivamente affinato. Espressione di un’invenzione artistica sicuramente evocativa, le figure ritratte sono dipinte all’interno dello spazio chiuso e circoscritto di un’automobile, o in sella alle Vespa, e spaziano dal nostro quotidiano, alla storia dell’arte, dal mondo dello sport, a quello del fumetto e dei supereoi, a personaggi simbolo dei nostri tempi. Negli anni recenti ha partecipato a mostre personali e collettive in Italia, Francia, Macedonia, Marocco e Portogallo. Nel 2014, su richiesta della famiglia reale, ha eseguito il ritratto del Principe di Giordania, della Principessa sua moglie e dei loro tre figli.  Nel 2017 ha dipinto la famiglia del Principe Alberto di Monaco. Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private in Italia, Corea, Francia, Giordania, Grecia, India, Inghilterra, Libano, Principato di Monaco, USA e Svizzera. Suoi lavori sono esposti in permanenza presso la Galerie Ferrero di Nizza e presso la Galleria Colossi Arte Contemporanea di Brescia.

 

foto.palmero